Come esercitarsi per il livello B1 di inglese

Passare un esame di inglese è sempre una sfida ardua e mai semplice se si è ancora alle prime armi con l’apprendimento della lingua e non si hanno i mezzi giusti per affrontarla.

Una volta superato il livello A2 (base), si procede verso il B1 che richiede una serie di conoscenze più tecniche e propria della lingua d’oltremanica.

Di seguito una lista di consigli e accorgimenti su come prepararsi al meglio al test.

 

GRAMMATICA

 

Un metodo efficiente per affinare le strutture della lingua inglese è esercitarsi sulla grammatica che può a volte divergere da quella dell’italiano per via dei diversi ceppi linguistici da cui discendono (l’italiano lingua romanza, l’inglese lingua germanica).

Il consiglio è pertanto quello di acquistare una grammatica di livello intermedio che faccia esercitare continuamente su tutte le strutture linuistiche.

Più si svolgono determinati esercizi meccanicamente (es. uso di tempi passati, determinate espressione tipiche della lingua, verbi irregolari, etc.) più la grammatica viene assimilata in maniera naturale e sarà più facile riprodurla sia in forma scritta che orale.

 

VOCABOLARIO

 

Il livello B1, essendo il primo step del livello intermedio, fa affacciare lo studente verso temi sempre più vasti che riguardano la vita quotidiana e non.

In sede di esame verrà pertanto richiesto, sia in forma scritta che orale, di produrre testi o proprie tesi su argomenti quali scuola, lavoro, famiglia, hobby etc.

Il consiglio è quindi quello di arricchire il proprio vocabolario il più possibile. Come fare?

Uno dei migliori metodi per aumentare il proprio lessico è cercare di avere più input possibili sia in forma orale che scritta.

Leggere libri o articoli, anche se di livello base o guardare film in lingua originale, sono ottimi metodi per entrare più in contatto con la lingua.

Ogni volta che si entra in contatto con un nuovo termine è bene interrompere la lettura o il video e soffermarsi sul significato della parola consultando un dizionario bilingue (quello monolingue di solito viene utilizzato nello step successivo).

Una volta scoperto il significato della parola e in quali contesti/espressioni viene utilizzata, è bene poi trascriverla su un proprio quaderno fino a formare un vero e proprio vocabolario personale, dove i termini (che non saranno tantissimi) potranno essere rivisti alla fine di ogni giornata.

Questo metodo è particolarmente utile, poiché oltre all’arricchimento del proprio bagaglio di termini della lingua, ad ogni parola si associa il determinato contesto in cui la parola era stata utilizzata (particolare frase in un libro o scena in un film).

Chi non ricollega la parola ”winter” alla frase tagline della serie Game of Thrones ”Winter is coming”?.

 

LISTENING

 

Il listening è una delle prove del test B1, che anche se a volte risulta tra le più facili in quanto non è vi una produzione propria in quanto si richiede solo di rispondere a delle domande in base all’audio che si è ascoltato, può tuttavia essera ricca in di insidie in quanto piena di tranelli e trabocchetti.

Oltre che esercitarsi col proprio manuale di ascolto che di solito viene fornito quando si segue un corso di lingua, è bene ancora una volta guardare film o ascoltare audio in lingua inglese in modo da affinare le proprie capacità di comprensione.

 

I consigli sono stati presi dal sito inglesedinamico.net