Vorresti diventare un esperto di riprese video? Ecco come fare!

Formarsi come specialista nelle riprese dei video, oggi è una strada vincente!
Si tratta di una professione sempre più ricercata, grazie alla diffusione di internet come nuovo mezzo di comunicazione globale.
Il diffondersi incessante dei social network ha espanso a macchia d’olio la possibilità di accedere al mondo del videomaking, affidando a questa professione tutta una serie di benefici.
In più, la comunicazione online è di tipo puramente visuale e gode di una immediata visibilità.

Perché diventare un esperto di riprese video

Le informazioni che circolano in internet non conoscono limiti di spazio e tempo per le visualizzazioni dei contenuti, e consentono a chiunque di utilizzare uno strumento conoscitivo immediato.

Altra nota a favore dell’idea di formarsi come esperto di riprese video è la ricerca sempre più ampia di questa figura professionale. Le aziende, per sponsorizzare i loro prodotti e servizi, scelgono sempre più frequentemente contenuti multimediali come i video: considerati di efficacia reale, molto più graditi al pubblico e capaci di produrre conversioni in acquisto.
Un esperto di riprese video, dunque, può fare molto per un professionista o attività che voglia farsi notare: ad esempio, può creare con le immagini dei contenuti promozionali veri e propri, oltre che informativi.

Cosa occorre per iniziare

Per quanto intraprendere questa strada possa sembrare facile, diventare un vero esperto di riprese video richiede un certo impegno e anche una dotazione di giuste strumentazioni. Un tempo era sufficiente dotarsi dei mezzi d’avanguardia per essere già parte del mestiere.

Oggi, al contrario, sebbene gli accessori utili alle riprese e al montaggio siano alla portata di tutti, tablet e smartphone compresi, non basta riprendere un soggetto per considerarsi un esperto del settore. Quel che occorre per diventare un professionista di videomaking è un’adeguata formazione, in aggiunta all’attrezzatura necessaria.

I corsi e l’esperienza da video maker

Internet offre una serie innumerevoli di enti che permettono un’adeguata formazione da video maker e rilasciano il certificato utile all’attestazione della qualifica desiderata. La ricerca si può effettuare per aree geografiche, valutando l’ipotesi di un percorso di studi a distanza tramite piattaforma e-learning, oppure prendere in considerazione la classica esperienza didattica in aula.

Ultimata la sfera teorica, l’altro elemento fondamentale per formarsi come esperto di riprese video è l’esperienza sul campo. Già i corsi a disposizione per chi vuole imparare prevedono una parte di attività pratica, ma la vera dimensione formativa si ha con il doversi rapportare a un lavoro vero e proprio commissionato da un cliente.

Correlare immagini, musica e titoli, è infatti soltanto una parte del ruolo di esperto da riprese video. Questa figura, infatti, fa molto di più. Scopriamo insieme di cosa si occupa nel paragrafo successivo.

Chi è l’esperto di riprese video?

Il professionista che si occupa di svolgere le riprese è tutt’altro che una persona che tiene in mano una semplice telecamera puntata sull’oggetto da inquadratura. Si tratta di un esperto in grado di armonizzare adeguatamente tutte le variabili interessate dalle riprese, dall’ambiente circostante alle condizioni di luce; dai soggetti da registrare alle post elaborazioni.

Probabilmente, si sottovaluta il fatto che un esperto di riprese video debba avere un’adeguata conoscenza in materia di: televisione, direzione della fotografia, pubblicità, giornalismo, regia e montaggio. Senza contare l’assoluta padronanza di tutti i dispositivi necessari alla realizzazione delle riprese, software di montaggio e monitoraggio inclusi.

Il percorso formativo dell’esperto di riprese video

L’altro nome dell’esperto di riprese video è “Cameraman”, un termine molto noto che indica la persona in grado di effettuare reportage, riprese di cinema o televisive di ogni genere. Si tratta senza dubbio di un ruolo chiave che può svolgere la professione in proprio, oppure alle dipendenze di enti pubblici e privati.

Il percorso formativo non è obbligatorio e una volta terminato il ciclo di studi tradizionale, l’interessato può iscriversi a una scuola professionale pubblica o privata che rilascia la qualifica, dopo l’espletamento dei programmi didattici che si aggirano intorno alle 200 ore e hanno la durata media di un anno.

In alternativa, esistono le scuole superiori di cinematografia che hanno un’offerta formativa quinquiennale, come il classico diploma. Per chi desidera intraprendere questo percorso a livello universitario può rivolgersi al DAMS: il Dipartimento di Arte, Musica e Spettacolo.

Un esempio di corso per apprendere tutte le conoscenze necessarie

Navigando sul sito VIDEOMNIA ACADEMY potrai beneficiare di un corso completo, che ti farà apprendere tutti gli strumenti di cui avrai bisogno per iniziare questa professione. Il corso fornito è indicato per tutti coloro che vogliano cimentarsi in questo ruolo, per acquisire le giuste competenze nel settore della ripresa video. La didattica comprende:

  • nozioni di base sulle riprese,
  • tecniche di audio visione,
  • approfondimenti sulle sequenze,
  • i tratti narrativi e sonori,
  • il cinema e la televisione.

Lo svolgimento del corso è in uno studio cinematografico vero e proprio, dove vengono impartite nozioni di produzione e post produzione. La didattica è suddivisa in 96 ore di studio e approfondimento individuale, 12 lezioni frontali di full immersion e 200 ore di tirocinio pratico. Cliccate qui per ulteriori approfondimenti.

Le altre abilità richieste

In conclusione, per formarsi come esperto di riprese video è necessario essere dotati di abilità che non si possono acquisire con gli studi. La creatività è al primo posto tra le ulteriori competenze necessarie. Ogni cameraman dev’essere in grado di utilizzare abilmente le tecniche acquisite per rendere ogni ripresa fortemente suggestiva e degna di essere promossa con la diffusione. Si richiede inoltre la capacità di lavorare a ritmi serrati e delle spiccate doti organizzative.